La schermata bianca di WordPress è uno dei problemi più comuni a cui si può andare incontro su un sito WP ed è forse, anche uno degli errori più frustranti. Tuttavia, nonostante l’apparenza preoccupante, è risolvibile nella maggior parte dei casi. Vediamo come.

La schermata bianca di WordPress: le cause

Ciò che rende la pagina bianca di WordPress particolarmente insidiosa è l’assenza di messaggi di errore e di conseguenza la mancanza di indicazioni sulle cause del problema. Per questa ragione alle volte ci vuole un po’ di tempo (e di pazienza) per riportare il sito online.

Possiamo comunque stilare una breve lista delle cause più comuni dello schermata bianca:

  1. Un plugin che causa un conflitto o che funziona male
  2. Un tema che causa un conflitto o che funziona male
  3. Il limite di memoria PHP basso (più frequente in caso di hosting condiviso).

Da dove iniziare? Per restringere il campo delle possibilità, vale la pena rispondere ad alcune domande:

  • Hai installato un nuovo tema o un nuovo plugin di recente?
  • Hai aggiornato un tema o un plugin di recente?

Se almeno una delle risposte è sì, forse hai già trovato il colpevole! In caso contrario bisognerà indagare un po’ più a fondo. Di seguito vediamo come procedere in entrambe le situazioni.

La schermata bianca di WordPress: le soluzioni

La prima cosa da verificare è se hai accesso alla Bacheca/Dashboard. La pagina bianca di WordPress può verificarsi in parti diverse di un sito a seconda dei casi: può capitare, quindi, di non poter fare il login. Se riesci ad accedere prosegui pure la lettura di seguito, se invece la schermata bianca ti ha tagliato fuori anche dall’amministrazione del sito, puoi passare direttamente al paragrafo successivo.

Nella Bacheca di WordPress, fai queste operazioni:

Se hai installato un nuovo plugin, disattivalo e verifica se ci sono ancora problemi. Se l’errore persiste, disattiva i plugin tutti insieme. Vedi ancora la schermata bianca?

>> NO: probabilmente un plugin ha causato l’errore. Riattiva i plugin uno ad uno, finché non ottieni di nuovo la pagina bianca. A quel punto, disattiva definitivamente il “colpevole”: successivamente potrai provare ad aggiornarlo all’ultima versione e vedere se in questo modo diventa utilizzabile. In alternativa, cancellalo pure definitivamente.

>> : se non è stato un plugin a causare l’errore, può trattarsi di un problema di template. Cambia il tema, sostituendo quello che stai utilizzando con uno dei temi standard di WP preinstallati (twentyseventeen, twentyfifteen ecc.). Se per qualche ragione non hai più nessuno di questi temi, puoi scaricarli dalla repository di WordPress.

Ricarica il tuo sito: se la pagina bianca non si verifica più, ti consiglio di aggiornare il tuo tema all’ultima versione disponibile o sostituirlo definitivamente.

Se invece la schermata bianca di WordPress persiste, verifica il limite di memoria PHP

Se non hai accesso alla bacheca di WordPress:

In questo caso dovrai modificare i file di WP sul server, tramite il pannello di controllo del tuo servizio di hosting (in genere alla voce File Manager o Gestione File ) oppure via FTP.  Poiché su hosting diversi possono esserci differenze nel sistema di gestione dei file e nell’interfaccia utente, la procedura che illustrerò è quella via FTP, che invece è sostanzialmente identica per tutti. Il client FTP che utilizzo è FileZilla.

Per prima cosa, puoi provare a disattivare i plugin. Per farlo, all’interno della directory principale del tuo sito seleziona la cartella wp-content. All’interno di quest’ultima, troverai, fra le altre le cartelle che contengono i plugin (plugins) e i temi (themes)

Screenshot della cartella wp-content di WordPress

Per disattivare tutti i plugin insieme, occorre semplicemente fare clic con il tasto destro del mouse sulla cartella e rinominarla. Ad esempio, chiamarla plugins_old andrà benissimo. Ricarica il sito: vedi ancora la pagina bianca di WordPress?

>> NO: probabilmente l’errore era stato causato da un plugin. Per capire di quale si tratta, riattiva tutti i plugin insieme: per farlo dovrai semplicemente riportare la cartella al nome originale (plugins). Dopodiché procedi a disattivare i singoli plugin uno alla volta: all’interno di plugins, rinomina le singole cartelle di ciascun plugin ad una ad una (ad esempio akismet può diventare akismet_old) e di volta in volta, ricarica il tuo sito e controlla se la schermata bianca persiste. Quando avrai trovato il plugin che causa il problema, puoi provare ad aggiornarlo all’ultima versione disponibile (semplicemente caricando il file della nuova versione via FTP o file manager), o a contattare gli sviluppatori del plugin per chiedere assistenza. Se però il plugin non è fondamentale e/o puoi sostituirlo facilmente con uno analogo, procedi pure a cancellarlo definitivamente.

>> : se non è stato un plugin a causare l’errore, può trattarsi di un problema di template. Riattiva tutti i plugin, riportando la cartella in cui sono contenuti al nome originale (plugins) e apri la cartella themes. Disattiva il tema che stai usando: per farlo dovrai rinominarlo come come hai fatto in precedenza con i plugin. Il tuo sito passerà automaticamente ad uno dei temi standard di WP, preinstallati. Se per qualche ragione non hai più nessuno di questi temi, puoi scaricarli dalla repository di WordPress e caricarli sul tuo sito via FTP o file manager. Ricarica il tuo sito: se la pagina bianca non si verifica più, ti consiglio di aggiornare il tuo tema all’ultima versione disponibile o sostituirlo definitivamente.

Rinominare il template in uso per risolvere la schermata bianca di wordpress

Modificare il limite di memoria PHP

Se né disattivando i plugin né cambiando il tema riesci a risolvere la schermata bianca di WordPress, puoi verificare la memoria PHP. Mi riferisco alla memoria messa a disposizione, o allocata, per i plugin e più in generale per l’esecuzione degli script: può capitare, soprattutto nel caso di hosting condiviso, che i limiti all’uso di questa risorsa causino la schermata bianca. Tieni presente che non sempre i servizi di hosting permettono ai clienti di modificare il limite di memoria: se è il tuo caso, dovrai contattare il servizio clienti e chiedere che siano direttamente loro a compiere l’operazione.

Per aumentare il limite di memoria manualmente, tramite il pannello di controllo del tuo servizio di hosting (in genere alla voce File Manager o Gestione File ) oppure via FTP. All’interno della directory principale, troverai le cartelle ed i file di WordPress. Seleziona il file wp-config.php

collocazione del file wp-config.php nella directory principale di WordPress

clicca sul file con il tasto destro del mouse e seleziona Visualizza/Modifica. Se non hai indicato un editor predefinito per i file php, ti verrà chiesto di sceglierne uno: il blocco note di Windows va benissimo. In fondo al file aggiungi;

define(‘WP_MEMORY_LIMIT’, ‘64M’);

Se hai un hosting che te lo permette, puoi inserire anche valori più alti come 96MB o 128 MB. Una volta fatto, salva e chiudi,. Ricordati di rispondere ” si ” quando Filezilla ti chiederà se inviare il file al server!

Infine, ricarica il tuo sito.

E se la schermata bianca persiste ancora?

Puoi provare ad ottenere un messaggio d’errore, attivando la modalità debug di WordPress. Via FTP o tramite il panello di controllo, apri il file wp-config come nel paragrafo precedente e scorri fino alla voce:

define(‘WP_DEBUG’, false);

e sostituisci con

define(‘WP_DEBUG’, true);

Salva e ricarica il tuo sito. A questo punto, dovresti ricevere un messaggio di errore: anche se molto lungo e in apparenza astruso, conterrà informazioni su cosa stia generando l’errore (ad esempio il nome del plugin responsabile). Inoltre puoi provare a cercare errori analoghi nel forum di supporto di WordPress, e vedere come altri utenti hanno risolto il problema.

E se nonostante tutte queste operazioni, la pagina bianca di WordPress non si risolve?

Il mio consiglio è di contattare il tuo hosting e chiedere di verificare che non ci siano malfunzionamenti del server, ma anche configurazioni errate o malware. Nel caso il problema non sia imputabile all’hosting, la soluzione è rivolgersi ad un aiuto professionale (cosa ci sta a fare l’assistenza, sennò? 😉 )

L’ultima spiaggia: il backup! Quando tutto fallisce  la soluzione è recuperare l’ultima versione funzionante del sito. Per questo è importante fare backup regolari!