Fotografia di una donna che scrive sulla tastiera di un pc portatile - dall'articolo " Come scegliere le immagini di un sito web"

Quando un utente giunge sul tuo sito per la prima volta, hai poco tempo per convincerlo a rimanere a leggere ciò che proponi e racconti. Le foto e le illustrazioni che inserisci nelle pagine sono un tuo alleato importante: poiché le immagini vengono elaborate dal nostro cervello in maniera più rapida ed immediata rispetto ad un testo scritto, puoi utiizzarle per colpire l’attenzione, per stimolare la curiosità per i contenuti testuali che accompagnano e/o per comunicare concetti importanti.

Scegliere le immagini di un sito web significa scegliere contenuti che possono essere determinanti nel successo della tua attività online: ho raccolto qui qualche principio di base che mi auguro possa esserti d’aiuto.

La migliore qualità possibile

Immagini a bassa risoluzione e/o troppo piccole, possono comunicare una  scarsa professionalità, non solo del tuo sito, ma della tua attività più in generale. E tuttavia, il massimo della risoluzione non corrisponde sempre alla scelta migliore per il web: foto troppo pesanti o di dimensioni esagerate possono “appesantire” un sito. E se una pagina o un contenuto si carica lentamente, è facile che gli utenti lascino le tue pagine web senza aver visto per davvero cosa puoi offrire loro.

Nello scegliere le immagini di un sito web quindi, l’obbiettivo non deve essere quello della massima qualità in senso assoluto, ma quello della migliore qualità possibile per i mezzi di cui disponi e per il fine che ti proponi con ciascun contenuto visuale e o gruppo di contenuti. Se hai un e-commerce, ad esempio vorrai accompagnare le descrizioni dei tuoi prodotti a foto sufficientemente grandi e realizzate con strumenti professionali, in modo da valorizzare ciò che vendi. Per contro, se hai un blog personale che risiede su un hosting condiviso, potresti voler ricercare immagini di medie dimensioni che lascino più spazio al testo e non sacrificare la performance per la qualità e il numero dei contenuti visuali.

Il segreto sta nell’equilibrio: ricercare la massima compressione possibile con la minore perdita di qualitàEsistono molti strumenti che possono aiutarci in questo senso: non solo plugin per WordPress ( ad esempio: WP Smush  Ewww Image Optimizer) ma anche tool online ( compressor.io tinypng.com,  per citarne qualcuno gratuito). 

La quantità giusta

Quante immagini mettere in una pagina web?

Anche in questo caso non ci sono regole ferree: dipende dal tipo di sito e di pagina a cui le foto sono destinate, e dallo scopo che vuoi raggiungere aggiungendo contenuti visuali. Se sei un fotografo o un artista, vorrai mostrare un’ampia selezione dei tuoi lavori e per questa ragione le tue pagine web conterranno molte immagini: cerca di cerca di disporle in maniera ordinata e/o di organizzarle in gallerie tematiche. Allo stesso modo, se hai un blog che si occupa di moda o di cucina, vorrai mostrare molte foto che illustrino ciò di cui scrivi: mi raccomando, inseriscile in modo che non interrompano drasticamente né infastidiscano la lettura!

Se invece le fotografie sono complementari alla tua attività online, occhio a non esagerare: per un post o una pagina di media lunghezza, cerca di non andare oltre alle 3-4 immagini e se vuoi se vuoi mettere molte foto, puoi creare una gallery a parte dal testo (ci sono molti plugin per WordPress adatti allo scopo 🙂 )

Un mio “pallino” personale: gli slider in home page, non dovrebbero contenere più di 3 / 4 foto e ciascuna dovrebbe avere un link ad un contenuto interno al sito, per sfruttare al massimo le potenzialità dello strumento.

Una foto non è una decorazione

Il tuo sito web deve essere come una vetrina sul tuo mondo e sulla tua attività: bello ed efficace. Curare i dettagli estetici è importante, ma è ancora più importante abbinare aspetto e funzionalità: se puoi evita di utilizzare le immagini come pura decorazione. Utilizzale invece per sottolineare concetti importanti o per veicolare un’emozione e disponile in modo che guidino l’attenzione del lettore sui contenuti testuali che vuoi evidenziare. Se devi riportare alcuni dati, ad esempio, o i menu del tuo ristorante, perché non rappresentarli in maniera grafica e accattivante? 

Qualunque sai la tua attività, poi scegli contenuti visuali che rispecchino la tua identità e i tuoi valori. Se sei un designer o un artista, non aver paura di valorizzare i lavori che senti più “vicini” a te: attireranno la clientela giusta, quella in linea con il tuo stile.

Foto originali vs Foto di Stock

Se lavori con le immagini oppure hai a disposizione foto originali, sei avvantaggiato: usale! In caso contrario, puoi tranquillamente attingere al web : occhio però, non tutte le fotografie che trovi con una ricerca Google possono essere usate liberamente! Per non incorrere in problemi legali e trovare immagini di qualità puoi attingere ad archivi di materiale fotografico di pubblico dominio, come Pixabay o Pexels

Ricordati anche che, nello scegliere le immagini di un sito web, l’originalità paga. Quindi non riutilizzare foto e contenuti grafici che sono stati già utilizzati molte volte su altre pagine web, o che risultino ” finti” perché magari molto banali nello stile.  Un’idea può essere quella di aggiungere un tuo tocco personale alle  foto che scarichi dagli archivi online: un filtro particolare, una scritta o una cornice possono fare la differenza. Se non hai dimestichezza con i programmi di grafica, ti consiglio di ricorrere ad uno strumento online come Canva, dove troverai anche modelli da riutilizzare e modificare con facilità.

Un’ultima riflessione: non avere paura di pubblicare, di tanto in tanto, contenuti imperfetti: una foto scattata mentre lavori, la bozza di un lavoro grafico, l’immagine inviata da un cliente soddisfatto del tuo prodotto ecc… Purché la qualità sia buona e gli obbiettivi che vuoi raggiungere ti siano chiari, la spontaneità non è un difetto: può avvicinarti ai tuoi clienti e funziona molto bene in uno spazio blog e/o in prospettiva di una condivisione di contenuti sui social network!